Canonizzazione Artemide Zatti

domenica 9 ottobre 2022

 

“Gioiamo e ci rallegriamo”, PapaFrancesco pronuncia queste parole prima di indicare il giorno nel quale laChiesa canonizzerà i due nuovi Santi: Giovanni Battista Scalabrini e ArtemideZatti, il 9 ottobre 2022. Il Prefetto del Dicastero delle Cause dei santi, ilcardinale Marcello Semeraro, poco prima, nella Basilica di San Pietro, avevapresentato i profili dei due apostoli della carità profondamente dediti aimalati, agli ultimi, ai migranti, ai tanti volti di Cristo sofferente sullaterra. “Esempi di vita cristiana e di santità”, li ha definiti il Papa, “daproporre alla Chiesa intera, in considerazione soprattutto della situazione delnostro tempo”. Per la Chiesa, soprattutto in Argentina e nel paese natale diBoretto (Reggio Emilia) e per tutta la Famiglia Salesiana è una notizia cheriempie il cuore di gioia.

«La testimonianza di questi dueBeati - spiega il cardinale Semeraro presentandoli a Francesco - riportal’attenzione dei credenti in Cristo al tema dei migranti che, come detto piùvolte dal Papa, “se integrati possono aiutare a far respirare l’aria di una diversitàche rigenera l’unità; possono alimentare il volto della cattolicità; possonotestimoniare l’apostolicità della Chiesa; possono generare storie di santità”».Il prefetto tratteggia poi le vite di Giovanni Battista Scalabrini e diArtemide Zatti, evidenziando nel primo l’opera pastorale nei confronti deimigranti «giudicata da molti profezia di una Chiesa vicina alla gente e ai suoiproblemi concreti». Nel secondo il suo essere «autentico interprete dellospirito salesiano, con un temperamento affabile e la letizia che sempre loaccompagnava, anche nelle circostanze più difficili».

«Artemide Zatti ha vissuto sial’esperienza del migrante, sia quella della malattia, testimoniando in esse laforza salvifica della Pasqua e quella gioia che caratterizza lo stile di donBosco e che permea tutta la Famiglia Salesiana di cui faceva parte. È unmodello di santità particolarmente attuale in questi tempi segnati dallapandemia e in cui tanti sono costretti ad abbandonare le proprie terred’origine e per questo la sua canonizzazione sarà una festa per tanti - cosìdon Pierluigi Cameroni, Postulatore generale - un nuovo santo vicino aisofferenti e non solo perché ha speso la sua vita per loro, ma perché havissuto su di sé l’esperienza della malattia, maturando una sensibilitàstraordinaria nei confronti dei malati e non perdendo mai la speranza e lagioia».

A partecipare a questo eventoc’erano diversi salesiani e membri della Famiglia Salesiana, in comunione con icardinali salesiani presenti a Roma per il Concistoro ordinario. Anche lacomunità civile ed ecclesiale di Boretto partecipa a questa gioia come hannoscritto in un comunicato ufficiale il sindaco Matteo Benassi, e il parroco donGiancarlo Minotta: «Siamo in un momento storico contrassegnato da un lato da“passioni tristi” e grandi incertezze, in cui si naviga a vista nell’economia,nella politica e nelle vite personali. Dall’altro il nostro tempo mette inevidenza molto spesso fatti ed esempi negativi e riferimenti ambigui per inostri giovani. In questo contesto la canonizzazione di Artemide Zatti è comeun raggio di luce che squarcia il cielo chiuso. Ci mostra come non serva usarela fantasia per inventare personaggi all’altezza dei nostri desideri piùprofondi, che oggi sembra impossibile riuscire a vivere, ma che, al contrario,nell’amicizia con Cristo e nell’impegno nel lavoro quotidiano possiamo vivereall’altezza di quei desideri».




 

14/09/2022 Vai al dettaglio
Zatti, nostro fratello - il film
La sua bicicletta gira ancora per il mondo


Un infermiere e religioso salesiano che per 50 anni si è dedicato alla cura dei poveri e dei malati

14/09/2022 Vai al dettaglio
Lettera del Rettor Maggiore
Vangelo della Vocazione e Chiesa della Cura


Artemide Zatti - Al “mosaico dei nostri santi” mancava la tessera di un coadiutore

05/09/2022 Vai al dettaglio
Chi era Artemide Zatti
Una vita tutta dedicata a Dio


Nel servizio ai poveri con il cuore apostolico di Don Bosco

Copyright © 2022 Circoscrizione Salesiana