Meno media, più giovani

La lettera del Superiore della Circoscrizione Salesiana Italia Centrale per la Quaresima.

Molteplici le istanze offerte in questa Lettera, tradizionale ogni anno per l’inizio della Quaresima, ma in questa circostanza con l’orizzonte specifico dell’anno giubilare..

Don Leonardo Mancini, Superiore della Circoscrizione Salesiana Italia Centrale – Sacro Cuore, ha sottolineato nella sua Lettera ai Salesiani dell’Italia Centrale come il tema della Misericordia si intersechi bene con il tema scaturito dal Capitolo Generale 27 e scelto nell’anno 2015-16 per le comunità locali: “una comunità che esce insieme verso i giovani poveri”.

E tutto questo si contestualizza molto bene con il  Messaggio del Pontefice, in occasione della Quaresima 2016, che riprende nel titolo un passo del Vangelo di Matteo: “Misericordia io voglio e non sacrifici”.

“I due temi – scrive Don Leonardo – si integrano molto bene tra loro, perché le opere corporali e spirituali di misericordia richiamano proprio l’attenzione preferenziale per i più poveri”.

E per i Salesiani i poveri cui rivolgersi e con i quali camminare sono innanzi tutto i giovani poveri.

Il Superiore della Circoscrizione Sacro Cuore incoraggia i salesiani a seguire le indicazioni del Papa nella vita spirituale, in quella comunitaria e nella missione pastorale: indicazioni tradotte in tre impegni ben specifici. Il primo impegno è la preghiera: “ci lasciamo scomodare e conquistare dall’ascolto orante della Parola di Dio”.

Il secondo impegno è il digiuno. Digiuno da ciò che può impedire la presenza tra i giovani. 

Da mihi animas, cetera tolle

L’invito di Don Leonardo è quello di prestare maggiore attenzione al cetera tolle, “privandoci di qualche tempo di fronte alla TV, al PC o ai Social network per stare maggiormente in mezzo ai giovani, raggiungendoli dove sono o invitandoli a stare in comunità con noi”.


Infine la carità: “scegliamo di compiere opere di misericordia corporale e spirituale”.

Da segnalare inoltre la nascita nel  Borgo Ragazzi Don Bosco di Roma della “Comunità di accoglienza semi-residenziale” per minori segnalati dai servizi sociali. La proposta è quella di destinare le offerte provenienti dalla penitenza quaresimale a questa nuova iniziativa in favore dei giovani.

Per concludere, un’ultima attenzione: “I giovani fiutano rapidamente l’ipocrisia, e sono invece conquistati dall’umiltà del cuore e dalla coerenza.”

 

(a cura di Fabio Zenadocchio)

 Quaresima2016
Lettera di Don Leonardo Mancini
 
Spaziatore
Scarica file   QUARESIMA 2016 - LETTERA ISPETTORE
Spaziatore
QUARESIMA2016-LETTERAISPETTORE.pdf

Tipo documento: Chrome HTML Document
Dimensione: 171.694 Bytes
Tempo download: 48 secondi circa con un modem 28,8 Kb/s
Spaziatore
 
Salva Segnala Stampa Esci Home