Io non basto più a me stesso

Gruppo Ricerca Discernimento

“Ma sento che ti sento, se c'è un senso dimmi dov'è
Io non basto più a me stesso e ho bisogno anche di Te”
The Sun – “Una ragione in più”

Gennaio: mese salesiano. Siamo ormai a metà del cammino e la faccenda s’incomincia a fare seria. Oramai siamo entrati nel ritmo dell’incontro e il terzo appuntamento del Gr Discernimento Toscana/Liguria alla casa delle FMA a La Spezia mette davanti nuove sfide e nuovi impegni a noi ragazzi e ragazze.

Il dialogo con i consacrati salesiani si fa sempre più intenso e ricercato e i temi affrontati ci portano a scavare nel nostro vissuto e a leggere il presente per gettare una luce un po’ più chiara sulla nostra vita. Le testimonianze di sposi che vivono il loro essere famiglia negli ambienti salesiani e di altri consacrati, inoltre, arricchiscono le serate per un confronto su come essere cristiani nella scelta di vita che hanno fatto, trasmettendo quella gioia di chi vive la sua chiamata, qualunque essa sia, con entusiasmo e senza scoraggiarsi.

A ogni fine incontro ci vengono assegnati dei “compiti per casa” da portare avanti nei nostri ambienti e da verificare le volte successive; partendo dall’impegno di una preghiera quotidiana alla ricerca di una guida spirituale che ci accompagni, siamo arrivati ad approfondire il nostro rapporto con i Sacramenti cercando di viverli più spesso e meglio.

Ognuno di noi, da luoghi e da esperienze diverse, porta avanti quello che è il suo cammino di fede per cercare di dargli una svolta e miglioralo, per separare ciò che è buono da ciò che non lo è e per capire su quale strada poter dirigere i suoi passi. È chiaro comunque a tutti che se vogliamo maturare qualcosa, dobbiamo sì camminare molto con le nostre forze, ma sia lasciarci accompagnare dal Signore e affidare a Lui tutto quello che noi non riusciamo a fare, capire o accettare: da soli non ci bastiamo.

Personalmente, vedo una buona partecipazione da parte del gruppo e sono sicuro che alla fine ognuno di noi riuscirà a tratte le fila di quello che Dio ci sta sussurrando; per capire le cose spesso bisogna fare silenzio e ascoltare le piccole cose che ci accadono. Perciò non ci resta che continuare “senza indugio” su questa strada in salita!!

Antonio Cini

 
Esci Home