Ecologia integrale

La cura della casa comune

Accogliamo la chiamata di Papa Francesco, espressa nell'enciclica Laudato Si', in cui sottolinea la "responsabilità” dell’essere umano nei confronti del Creato e ci ricorda che “l’ambiente è un dono collettivo, patrimonio di tutta l’umanità” e “eredità comune”.

La cura del pianeta e degli altri esseri viventi che la abitano va sempre accompagnata dalla “compassione e preoccupazione” per l’uomo. Ed è per questo che serve la consapevolezza di una comunione universale.

Siamo invitati ad accogliere una visione integrale della vita, a partire dalla convinzione che tutto nel mondo è connesso e che, come ci ha ricordato la pandemia, siamo interdipendenti gli uni dagli altri, e anche dipendenti dalla nostra madre terra.

Avere una buona impronta ecologica significa creare le condizioni per un mutuo sostegno tra la madre terra e l’umanità in un reciproco rispetto dei ritmi e dei cicli biologici naturali. 
Scegliere di muovere i passi in questo sentiero implica necessariamente  anche lo sradicamento della miseria, l’attenzione ai più deboli, l’accesso equo, per tutti, alle risorse del Pianeta.

In vista di questi obiettivi Papa Francesco e il Dicastero Vaticano per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale hanno lanciato la Piattaforma di Iniziative Laudato Si’,  uno spazio in cui istituzioni, comunità e famiglie possono imparare e crescere insieme, mentre camminiamo verso la piena sostenibilità, nello spirito olistico dell’ecologia integrale. 

 
Esci Home