Vivere pienamente il Carisma Salesiano

L'ultimo giorno del IV Capitolo Ispettoriale

Alle ore 9 della mattinata sono ripresi i lavori del Capitolo con il confronto in assemblea sui 3 nuclei delle differenti commissioni. Successivamente, sempre in assemblea, don Giorgio Colajacomo ha presentato le correzioni al Direttorio proposte dalla commissione giuridica in base alle osservazioni ricevute nei mesi precedenti dalle singole case.

 

I capitolari si sono poi divisi nuovamente nelle commissioni dove si è discusso sugli iuxta modum ricevuti in assemblea rispetto ai singoli nuclei. Infine si è tornati in plenaria per votare il Direttorio e i documenti finali dei 3 nuclei di lavoro.

Al termine dei lavori don Stefano Aspettati ha fatto alcune considerazioni circa l’esperienza di questa seconda sessione:

  • Ha evidenziato in primis il clima fraterno, collaborativo e costruttivo nel quale si sono svolti i lavori
  • Ha sottolineato che le indicazioni presentate al Capitolo Generale e il lavoro svolto per la loro redazione avranno una ricaduta positiva anche sulla nostra Circoscrizione
  •  Ha rilevato, inoltre, la grande convergenza ottenuta da quasi tutte le proposte offerte dai singoli gruppi di lavoro fatto che testimonia una unitarietà e solidità di intenti presenti nella Circoscrizione
  • Ha ribadito l’importanza, valorizzando le indicazioni del recente Sinodo sui Giovani, di vivere pienamente il nostro carisma salesiano nel quale l’accompagnamento dei giovani coniuga insieme la presenza accanto ad essi e la promozione del loro protagonismo

 

A proposito del ridisegno della Ispettoria ha ribadito, come già affermato nella sessione invernale, che questo processo deve diventare uno stile permanente a livello ispettoriale in vista di una sempre miglior risposta da parte della Famiglia Salesiana ai bisogni e alle necessità dei territori nelle quali la nostra Circoscrizione.

 

Ha poi ribadito che nei processi sta la vera forza del cammino, non tanto o non solo nel documento finale, perché nel discutere e nel confronto cresciamo. Dobbiamo ammettere è che non sempre riusciamo a farlo in maniera sistematica nelle nostre comunità, ma non c’è un’altra strada, perché il cammino della Sinodalità che la Chiesa ha visto così chiaro nell’ultimo sinodo deve continuare. 

C’è sogno in tutto quello che è emerso e dobbiamo dare gambe e continuità anche se tutti vorranno o riusciranno a entrare in questo processo, ma si tratta di andare avanti.

 

L’ispettore ha poi ringraziato per accoglienza attenta fraterna e cura dei particolari la comunità di Frascati e poi in particolare don Francesco Valente per il lavoro svolto; un grazie inoltre ai segretariai presidenti delle commissioni, a chi ha animato e infine ai tre delegati che hanno accettato di partecipare al Capitolo Generale. Un saluto e un grazie finale a tutti coloro che hanno pregato per la riuscita di questo evento e in particolare ai confratelli della casa Zatti.


IV Capitolo Ispettoriale - Seconda Sessione/3

 
Salva Segnala Stampa Esci Home