Dio nasce, diventa uomo!

Esercizi Spirituali MGS Toscana

   Quercianella, 25-27 novembre 2016 – “Dio nasce, diventa uomo! Si spoglia della sua divinità perché tutti noi possiamo essere avvolti nella sua”. Questo il tema degli Esercizi Spirituali di Avvento dei giovani del Movimento Giovanile Salesiano della Toscana. Quasi 40 presenze, più alcuni sdb e fma. Giovani seri, motivati, desiderosi di fare un’esperienza forte di incontro con il Signore Gesù all’inizio del nuovo anno liturgico. Don Stefano Casu, salesiano diacono, venuto da Roma per guidare le meditazioni di questi giorni. Una bella presenza la sua, semplice e profonda, che con simpatia e fraternità ha conquistato l’attenzione dei giovani che hanno partecipato.

Al termine del fine settimana, queste alcune delle reazioni che abbiamo raccolto: «Questo week-end è stato una grande occasione per “riposarmi e ristorarmi”, con la compagnia di Gesù e della sua Parola, dalle fatiche quotidiane che la vita nella sua perfezione ci fa affrontare... ma è stata anche occasione per conoscere tante nuove persone e rivederne altre con cui ho condiviso o sto condividendo un percorso»

«È stata una bellissima esperienza, molto intensa e produttiva non solo perché mi ha portato a capire certe cose a cui io prima non facevo caso grazie ai momenti di condivisione, ma anche perché mi ha messo alla prova, mi ha fatto riflettere molto […]. I momenti di deserto mi sono piaciuti molto e sono stati diversi da altri momenti di deserto che ho fatto gli altri anni. Le uniche difficoltà che ho trovato sono state l'adorazione sabato sera e i momenti di condivisione in particolare nell'ultimo di oggi. Per quanto riguarda l'adorazione mi è capitato di pensare"ad altro", forse colpa della stanchezza […]. Per la condivisione all'interno del nostro gruppo spesso mi viene difficile condividere le cose che sento dentro per timidezza, per paura di essere giudicato o perché non sono abituato a condividere quello che penso. Questo lo so, me ne rendo conto e cercherò di migliorare. È stata proprio una bellissima esperienza che mi ha fatto maturare molto. Grazie per avermi donato la possibilità di partecipare a questa bellissima esperienza».

«Questi esercizi spirituali mi hanno fatto riscoprire l'importanza del silenzio e dell'ascolto, del fermarmi e farlo davanti al Signore. Questo mi ha permesso di vedere da un'altra prospettiva certe cose già affrontate più volte, ma che ogni volta mi aiutano a scoprire un lato nuovo dell'Amore, quello vero, quello di Dio».

«Grazie per i giorni di esercizi. Sono riuscito a riscoprire la meravigliosa carezza di Gesù, che una volta nel deserto mi può veramente supportare e abbracciare. E una volta ritornato al quotidiano, Gesù rimane fresco in noi! Ho ripreso a fare le mie cose, e sempre più forte in me è il pensiero "lo faccio per il mio amico Gesù, per mio papà Dio e per lo Spirito Santo che alberga in me"».

«Per me i giorni trascorsi a Quercianella sono stati una vera esperienza di ristoro. Fin da subito, anche se conoscevo poche persone, mi sono sentita come a casa. Ho potuto "staccare la spina" dalla quotidianità frenetica per ritrovare e riscoprire ciò che muove le mie giornate e le mie azioni. Ho sperimentato davvero che solo nel deserto si può ascoltare la voce di Dio. I momenti di condivisione sono stati un momento prezioso perché mi hanno permesso di condividere dubbi, riflessioni, domande con altri giovani della mia età e di ricevere tanto». 

«Silenzio e condivisione. Queste potrebbero essere le parole-chiave di questi Esercizi Spirituali. La meravigliosa casa che ci ha ospitato per questi tre giorni ci ha dato la possibilità di fare silenzio e vuoto dentro di noi per accogliere il Signore che viene. Quello che ci è stato proposto però non è stato un silenzio isolante ed escludente. Anzi, abbiamo avuto più volte la bellissima opportunità di confrontarci tra noi e con i salesiani e le salesiane presenti. Ringrazio il buon Dio per questa esperienza di comunità e torno a casa con una voglia rinnovata di accogliere, come Maria, con un forte “Sì” la chiamata del Signore nella mia vita».

«Da questi esercizi mi porto via l'importanza di fare deserto dentro di noi, per sentire in modo più chiaro la voce del Signore, perché è solo lì che possiamo riuscire a sentirlo... Poi mi porto via una frase del vangelo "non temere", perché è una frase che mi tranquillizza, come se nelle difficoltà e nei dubbi Lui mi dicesse "non temere perché ci sono io a sorreggerti", e mi fa sentire amata».

«Personalmente, questi sono stati i miei primi esercizi spirituali e posso dire che ne torno davvero arricchito per i numerosi spunti di riflessione ricevuti e con me condivisi. Ho trovato importante e utile in preparazione a questo tempo di avvento staccare dalla solita routine per mettersi in ascolto della  voce del Signore per ritornare così carichi e pronti a vivere al meglio».

Aggiungere parole a queste condivisioni forse le appesantirebbe. Di sicuro, però, il Signore in questi giorni ha fatto sentire la Sua Presenza, nella fraternità, nel silenzio, nella condivisione semplice e profonda. C’è da sperare e da pregare, però, che questi giorni adesso producano frutto nel quotidiano di questi giovani e che anche nelle altre zone del nostro territorio MGS questa occasione sia valorizzata come merita.

da fmails.it
 Quercianella, 25-27 novembre 2016
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
 
 
Spaziatore

 
Salva Segnala Stampa Esci Home